Nella salsa è importante il riscaldamento?

Introduzione

La salsa, cubana portoricana non importa, come ogni disciplina e attività fisica conosce un suo specifico riscaldamento, funzionale a preparare al meglio il fisico dei ballerini per le transizioni che verranno poi eseguite in musica e per le lezioni in generale. Qui ti propongo un riscaldamento tipo di una lezione di salsa. Trattandosi comunque di ballo, gli esercizi che presentiamo in questo articolo sono ovviamente contemplati in altre danze.

 

Indice

Le spalle nella salsa

5 coppie si riscaldano di fronte ad un pubblico all'aperto
Ballerini durante un pre-riscaldamento

Non potevamo che iniziare il nostro excursus dalle spalle visto che nella salsa e nei balli latino americani in generale queste articolazioni sono ritenute assai importanti, tanto per l’espressione di determinate figure quanto per quella che in altri contesti si chiamerebbe attitude, ovvero il modo di muoversi.
Nei corsi di portamento maschile e di portamento femminile tante sono le pratiche che vengono fatte in merito alla scioltezza delle spalle che nella salsa sono chiamate soprattutto a oscillare in avanti e indietro, in modo sincrono e alternato.

I muscoli delle spalle i deltoidi e quelli ad essi associati, come gli scapolari, devono diventare morbidi e flessibili per potersi così muovere sul ritmo in maniera maggiormente armoniosa. In pratica per riscaldare e potenziare le spalle non si fa altro che tutto ciò che viene richiesto nel ballo: oscillare.
Le articolazioni superiori dovranno eseguire delle sequenze motorie possibilmente a tempo di musica che prevedono, come già detto, dei movimenti rotatori. Nella fase di riscaldamento in genere gli insegnanti, ponendosi al centro della sala, ripetono una certa oscillazione invitando i partecipanti ad imitare i loro gesti.
Un ottimo riscaldamento di spalle risulterà benefico in particolar modo nei pasitos, dove i ballerini si trovano, cioè, ad improvvisare, spesso da soli, dei passi sul beat.

Le caviglie

Molto importanti sono nel ballo le caviglie che se non sufficientemente riscaldate possono andare incontro ad infortuni e traumi non indifferenti che portano l’esecutore a compromettere la sua performance, nonché la sua salute. Risulta allora evidente che impegnare un po’ di tempo per la preparazione degli arti inferiori e nel dettaglio delle caviglie sia cosa buona e giusta.

Quali esercizi è opportuno e consigliato fare?
Le circonduzioni sono senza ombra di dubbio tra le pratiche più indicate. Semplici da eseguire, le circonduzioni delle caviglie consistono nel ruotare prima verso un senso un piede per svariate volte e poi verso l’altra rotazione.
Queste si possono fare sollevando il piede da terra e quindi chiamando il supporto del quadricipite che resta a terra, oppure tenendo la punta del piede sul quale si dovrà lavorare a terra.
Quest’ultima situazione consentirà un riscaldamento anche del ginocchio perché ruotando la caviglia il perno della punta a terra costringerà il ginocchio stesso a girare intorno all’asse verticale delle gambe.sadaasd

Schiena e collo nella salsa

In sala i ragazzi del corso di salsa principianti mentre in coppia si riscaldano
Il riscaldamento finale nella classe di salsa cubana, prima di iniziare la fase coreografica vera e propria

Certo, ballare la salsa non è come sollevare blocchi di cemento in un cantiere, ma un riscaldamento poco corretto può generare le medesime conseguenze negative. Conosciamo diversi danzatori di salsa, non importa se cubana o altro, che negligenti delle fasi di stretching si sono poi fatti molto male sulle piste da ballo e non è un caso se nei periodi più freddi dell’anno gli sportivi professionisti impiegano molto tempo nella preparazione del fisico in visione delle loro performance.C’è chi dopo essersi riscaldato le gambe, ad esempio, si copre con un sacco a pelo e chi, pur sedendosi, continua a muovere il corpo per evitare che si perdi il riscaldamento ottenuto; tutto in visione di un corpo che risulti più pronto all’esibizione atletica.

Ebbene, riguardo alla schiena è bene eseguire delle tecniche atte a evitare spiacevoli inconvenienti, quali lombalgie e altri dolori localizzati o diffusi che spesso degenerano in protrusioni discali o scivolamenti intervertebrali che possono debilitare i ballerini per diversi mesi.

Gli esercizi più utili per riscaldare la schiena sono quelli eseguiti a terra con un tappetino da Fitness al muro. D’altra parte nella ginnastica posturale gli atleti numerose volte si ritrovano a lavorare alla parete di un muro perché essendo rigida consente un supporto fisso e stabile, ottimo per costringere la colonna vertebrale a restare ben eretta.
In realtà la salsa non è un ballo eccessivamente composto e, anzi, tante sono le transizioni, soprattutto nel corso di improvvisazioni o acrobazie salsere, dove i ballerini si ritrovano a terra per una flessione posteriore della schiena. Se poi si riflette sulle prese di coppia e sui relativi passaggi si realizza che la colonna vertebrale è costantemente colpita, per così dire, da movimenti decisi che richiedono una certa flessibilità.

Il riscaldamento della schiena sarà perciò funzionale a rendere la colonna vertebrale e i muscoli intervertebrali il più sciolti possibile cosicché si abbiano entrate più fluide e armoniose con il minor rischio di incorrere in incidenti e in infortuni fisici.
Sul tappetino si potranno allora praticare lentamente e regolarmente (la costanza è un fattore decisivo nel miglioramento di qualsivoglia attività fisica) delle flessioni e delle estensioni della colonna vertebrale per modularne un andamento che sia maggiormente competitivo alle esigenze della salsa.

Che dire del collo?
In realtà bisognerebbe parlare nel complesso dell’area cervicale, visto che gli scaleni e gli sternocleidomastoidei (i grandi muscoli triangolari laterali) si inseriscono nei clavicolari e nelle articolazioni delle spalle. Talvolta per trattare dei dolori alla parte alta della schiena si interviene principalmente sul collo perché le inserzioni hanno da lì la loro origine e comprendere l’anatomia aiuterà gli atleti ad agire a proprio vantaggio.
Come per le caviglie, nella salsa anche per il collo si può lavorare per circonduzioni che seguono prima un senso di rotazione e poi l’altro. Nel caso in cui si percepisca un senso di nausea – evento abbastanza comune nelle persone di una certa età – si può eseguire in modo alternato una flessione del collo in avanti e poi una all’indietro, controllando rispettivamente le fasi di inspirazione e quelle di espirazione.

I risultati saranno evidenti: oltre che ad aver riscaldato i muscoli del collo si sarà anche preparata parte della schiena (area superiore) a delle torsioni (twist), molto usuali nelle coreografie dei balli latino americani, e alle tante transizioni vibrate che da sempre colorano il ballo più famoso del Caraibe, la salsa.

Nella salsa è importante il riscaldamento? ultima modifica: 2020-07-20T22:45:52+02:00 da gianluca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.