Il manuale di salsa per i principianti

Quando si balla la salsa, soprattutto se ci si trova in un locale diverso dalla propria scuola di balli caraibici dove si prendono le lezioni, è importante avere bene a mente alcuni concetti fondamentali, che spesso vengono disattesi, ma che aiutano sicuramente ad espletare al meglio la propria esecuzione.

 

Indice

Nei panni del principiante

Giovane coppia di ballerini di salsa che si allena per migliorare
Coppia di ballerini di salsa che si allena

Nel caso in cui si balli salsa da poco tempo è opportuno evitare di essere eccessivamente petulanti ed insistenti nel domandare un ballo a chicchessia, dal momento che si potrebbe risultare addirittura fastidiosi. Ciò che sfugge alla grande maggioranza dei novizi è che la danza è, sì questione di pratica ma altrettanto di estetica, e quest’ultima si può affinare benissimo con l’osservazione.

Come quando ci si allena in una sala di danza, decorata di specchi, e ci si può curare esteticamente per mezzo dei riflessi, così in una pista osservare chi pratica salsa da più tempo può giovare al miglioramento delle linee.
È chiaro che restare a guardare tutto il tempo chi balla senza mai lanciarsi nel ballo stesso non è così positivo. Insomma: in medium est virtus.

Un altro fattore da tenere in considerazione per coloro che si sono avvicinati all’affascinante mondo latino è la musica!
Si è soliti dire che è peggio per un ballerino di salsa andare fuori musica che eseguire in malo modo i passi, sbagliando così la tecnica.
Niente di più vero!
C’è chi si convince però che apprendere la tecnica sia più importante che imparare a ballare in musica, senza considerare tuttavia che la salsa, ma in ballo in generale, è davvero tale solo se fatto sul tempo.

Il consiglio spassionato è quello di ascoltare prima il beat del momento, elaborarlo mentalmente, studiarne i minimi particolari, farlo proprio e dopo alzarsi per esibirsi sulla pista.
A proposito di tecnica, è buona abitudine seguire, congiuntamente alle lezioni di salsa, anche qualche classe di portamento, affinché, a seconda del sesso, si rivesta completamente il ruolo che spetta al singolo nella coppia.

È naturale imparare con più facilità le sequenze con i piedi piuttosto che quelle con le braccia, le spalle e il petto ma trascurare i movimenti degli arti superiori e del tronco a lungo andare può portare a delle mancanze non indifferenti.
Infatti è semplice riconoscere un principiante proprio dai suoi NON movimenti con le braccia.

I sostantivi “tronchetto” e “marmo” per indicare la rigidità posturale e fisica ci sembrano assai fuori luogo nella descrizione di ciò che si verifica nella fase iniziale in tutti coloro che si approcciano alla salsa.
Non è, a nostro avviso, costruttivo mettere in ridicolo un certo atteggiamento quando molto frequente: il nostro obiettivo è quello di dare delle direttive per un eventuale miglioramento e non frenare l’apprendimento con quelli che hanno tutto l’aspetto di essere invece degli insulti sconsiderati.

Dove eravamo rimasti? Ah sì!
Per permettere al ballo di essere più sciolto e veloce è quindi indispensabile affinare la propria postura e curare quella di coppia che se rigida o troppo morbida va a compromettere la stabilità in toto.
Comprendere quale sia la giusta tensione aiuta entrambi i partner a sentirsi più fluidi nei movimenti.

Insegnamenti e correzioni

Come abbiamo detto prima, una serata di salsa è sinonimo di grande esperienza se vista con occhi attenti, ma il discernimento (nel senso latino del termine, da “disco”, cioè “imparare”) può andare incontro a dei seri problemi se ci si lascia andare ad atteggiamenti poco coerenti con il contesto che si sta vivendo.
Ci spieghiamo meglio: i ballerini di salsa con poche lezioni di studio alle spalle spesso confondono una serata latina con un’occasione extra di farsi spiegare dei nuovi passi. Si dovrebbe uscire dall’ottica che un locale sia un’altra sala della scuola di salsa ed entrare invece nella concezione che per imparare la tecnica esistono le lezioni private e chiedere continuamente al proprio insegnante la correzione di specifici step non rientra nel “galateo” della salsa.

A quanto stiamo dicendo si lega un ampio discorso per quel che concerne pure la correzione. Sono in particolar modo i novizi a convincersi, dopo qualche complimento da parte di terzi, di essere in grado di eseguire alla perfezione un figura e di sentirsi perciò autorizzati a correggere coloro che, a loro stesso avviso, sbagliano.
Ecco che una serata di salsa da positiva si può trasformare in qualcosa di profondamente negativo.

Avere la presunzione di insegnare quando non si hanno le nozioni e le competenze per svolgere tale compito, per altro molto difficile, rovina completamente l’icona del ballerino.
A motivo di quanto stiamo dicendo, sono sempre di più gli insegnanti di salsa che sconsigliano vivamente ai propri allievi di recarsi alle serate latine per esibirsi, nella prevenzione di tutto ciò che di negativo può accadere.
I docenti che assumono questo atteggiamento non dovrebbero essere visti come alieni provenienti da chissà quale pianeta lontano, ma, anzi, dovrebbero essere apprezzati per il senso di protezione nei confronti di un avversario sempre pronto a colpire, anche conosciuto con il nome di “ignoranza”, la madre di ogni male.
Appurato questo concetto, spostiamoci, dulcis in fundo, su un’ultima situazione che rientra nell’area dell’apprendimento e delle correzioni.

Accade durante un ballo, non raramente, che un principiante si renda conto di sbagliare determinati passi o di uscire dalla metrica musicale. Quando si sta esibendo con qualcuno di capacità maggiore ecco che inizia a scusarsi in modo inarrestabile di tutti i suoi errori.
Cosa si verifica?
Avviene che il ballo da potenzialmente gioioso si trasforma in noioso e pesante, e il partner che magari aveva accettato l’invito del principiante, pur essendo a conoscenza della sua scarsa abilità tecnica, spinto da amor proprio o da un moto di tenerezza interiore nel ricordo della sua prima fase di ballo, finisce per non desiderare altro che il termine della canzone e lanciarsi in un ballo più sobrio e spensierato con qualcun altro.
Imparare la salsa non è semplice, ma ricordarsi le considerazioni di questo articolo può sicuramente tornare utile nella pratica.

Il manuale di salsa per i principianti ultima modifica: 2020-07-09T17:24:53+02:00 da gianluca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.