Ballare la salsa per mettere a tacere la depressione

Ballare la salsa può essere terapeutico? La risposta della scienza

Generalmente alla domanda “Cosa fare contro la depressione?” si è soliti rispondere “Fare!” e non si hanno tutti i torti.
Seguire delle attività, tenere impegnati il corpo, la mente e lo spirito, è il miglior modo per non abbattersi e per chi soffre o ha sofferto di depressione non cadere nuovamente nel buio e lungo tunnel dell’apatia.

 

Indice

  1. Ma cosa è la depressione
  2. Che ruolo ha lo sport in tali circostanze?
  3. Un rimedio che ha un nome: la salsa
  4. La parola alla scienza

Ma cosa è la depressione

Allegro gruppo salsero

È bene anzitutto definire cosa si intenda nello specifico con il termine depressione per poi trattare e analizzare nel dettaglio ciò che più ci interessa: la salsa e, in questo caso, i suoi benefici e i suoi risultati positivi in merito.

“Con riferimento a persone, stato di abbattimento, di prostrazione fisica e più spesso psichica: depressione della forza, […]. Con significato più specifico, in psichiatria, modificazione del tono del sentimento in senso malinconico (tedio e pessimismo diffuso, distacco dagli abituali interessi, svalutazione delle proprie capacità psichiche e fisiche, ecc…), caratteristica di stati psicotici, psiconevrotici e nevrotici: depressione endogena, instauratasi senza cause apprezzabili: depressione reattiva, in rapporto con un avvenimento che ha provocato un trauma psichico”. (Enciclopedia Treccani in “depressione”, nota 6).

Ritenuta in letteratura come una manifestazione di un disturbo psicotico, è chiaro che la depressione abbia riscontri negativi sul lato psicologico ed emotivo, ma non sono assolutamente da trascurare neppure quelli sul lato fisico.
Come avrai letto vi sono delle svalutazioni delle proprie capacità fisiche e questo aspetto si declina come uno stato di abbattimento non indifferente che quando colpisce interessa sia i grandi che i più piccoli (comune in fase adolescenziale).
Si vive senza uno scopo preciso e ci si chiude in un mondo di cupa tristezza.

 

Che ruolo ha lo sport in tali circostanze?

L’attività motoria è in grado di riattivare il sistema nervoso e, visto che nella depressione si finisce per restare anche molte ore fermi su una sedia o sdraiati al letto, pure quello muscolare e scheletrico, nonché cardiovascolare (l’allettamento è causa di trombosi venosa profonda, uno scompenso, appunto, cardiocircolatorio).
Tutto ciò implica un’azione positiva diretta sulla cognizione e sulle attitudini del pensiero che tornerà nella norma e in piena funzione. Non si sperimenteranno più disturbi del sonno né stati di agitazione dal momento che il rilascio di dopamina in circolo, postumo e contemporaneo a delle lezioni di fitness (di qualsiasi genere si tratti) fa sì che ci si stanchi e si recuperi il naturale ritmo circadiano allontanandosi da picchi e decrementi di pressione arteriosa che sfociano spesso in problematiche cardiache e non solo.

 

Un rimedio che ha un nome: la salsa

Quando si fa diagnosi di depressione prima di intervenire con una terapia farmacologica mirata, che spesso comporta dei rischi collaterali legati al fatto che una persona depressa non è capace di gestire un simile impegno (si può incorrere in intossicazioni da sovradosaggio), si tentano altre cure, e anche se può sembrare un azzardo una scuola di salsa può a volte far miracoli.
Una persona che soffre di depressione è senza ombra di dubbio un soggetto che socializza poco e che perciò clinicamente avrà dei deficit sugli scambi interpersonali e sull’espressività dei propri stati d’animo interiori, insomma, un soggetto che annullerà piano piano il suo stesso essere.

coppia di signori ballano salsa in sala
Ballerini di salsa che si relazionano sulla pista con un linguaggio non verbale ma assai comunicativo

Praticare la salsa, cubana o portoricana non importa, si rivela essere una valida ancora di salvezza sotto diversi focus d’attenzione. Si balla in coppia e questo presuppone che ci sia contatto fisico, una sensazione fondamentale che spesso chi cade in depressione ha dimenticato (alcune volte una delle causa principali è l’assenza di gesti affettuosi).
Tenendosi per mano e guardando gli occhi di un altro ballerino si prende posizione nel tempo e nello spazio cominciando ad azionare la sensibilità basilare, una capacità che l’essere umano possiede dalla nascita e che sviluppa con le fasi della crescita.

Relativamente ai sensi molto importante, oltre al tatto e alla vista, è l’udito perché, dovendo seguire il ritmo, chi balla salsa presta concentrazione alla musica imparando sia a muoversi secondo un sistema preciso sia a interpretare degli accenti secondo un certo estro artistico.

Nei pasitos si apprende l’improvvisazione che tecnicamente è gemella della creatività e quale migliore attività presentare alla depressione?
In tutto questo non dovrà mai mancare il supporto medico che monitorerà l’andamento clinico lezione dopo lezione.
È inoltre opportuno avvertire gli insegnanti della disciplina in questione della salute dei ballerini con problemi psicotici, qualora sussistano potenziali riscontri negativi nei confronti di terzi.

In tal caso il docente si prenderà la responsabilità di seguire personalmente la persona assistendola nel processo di apprendimento (per queste situazioni particolari alcuni istituti e scuole richiedono degli attestati specialistici o delle lauree che accertino le competenze nella professione di aiuto).

Seguire una lezione di salsa permette di stimolare la personalità e di rimettersi in gioco specialmente se si è stati vittime di forti delusioni o se si hanno poche amicizie. D’altra parte se è vero che si balla in coppia è altrettanto vero che ci si trova in gruppo e ciò consente una più ampia probabilità di piacere agli altri, di sentirsi stimati ed infine, ma non per ordine di importanza, gratificati.

 

La parola alla scienza

Studiare la salsa come metodo efficace contro la depressione è un compito che è stato portato a termine, il protagonista ha un nome! Si chiama Matt Birks ed è un professore dell’Università di Derby, nel Regno Unito, esperto e specialista delle relazioni di aiuto nel campo della sanità mentale.

La misurazione effettuata fa capo al BDI, un sistema che monitora il decorso della depressione nei pazienti psicotici e psichiatrici (l’acronimo sta per Beck Depression Inventory).
In un articolo sul web scritto da Manuela Florio, appare evidente la sua riuscita nel constatare che, sì, ballare salsa sconfigge lo stress e calma gli stati depressivi.
Queste le parole del professore.
“E’ già ampiamente documentato che l’esercizio fisico aiuti coloro che soffrono di disturbi mentali a combattere la depressione. Credo fermamente che il movimento legato alla danza latino americana, insieme alle interazioni sociali con i compagni di corso e alla necessità di concentrarsi durante le lezioni, possa dare più benefici.” (da “Salute & Prevenzione”, di Manuela Florio).

Ballare la salsa per mettere a tacere la depressione ultima modifica: 2020-06-14T18:30:44+00:00 da gianluca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.