Samba: il ballo latino-americano del Brasile

Il Samba è l’anima pulsante del Brasile, il ballo che più di tutti caratterizza un intero Paese. Pare che il nome di questa danza tragga la propria origine da “semba”, “ombelico” in lingua bantù./p>

Il samba, infatti, arrivò in Brasile alla fine dell’ottocento, insieme alle popolazioni africane che qui furono deportate per essere impiegate nelle piantagioni di canna da zucchero e caffè.

samba

La danza aveva inizialmente un carattere propiziatorio.
Attraverso le movenze frenetiche e il suono convulso dei tamburi, gli schiavi cercavano di assicurarsi il favore delle divinità: i movimenti sensuali dei bacini femminili, dal sapore inequivocabilmente erotico, invocavano salute e fertilità.

Col tempo il samba lasciò le zone rurali, dove si era sviluppato, e raggiunse la città, divenendo il ballo tipico delle popolazioni brasiliane di colore che nei centri urbani vivevano in condizioni di estrema precarietà.

Lasciando le campagne, il samba smarrì il carattere religioso degli esordi e contagiò tutto il Brasile, assumendo forme differenti a seconda dei luoghi nei quali approdava.

Tra le diverse tipologie, quella che più di tutti guadagnò terreno fu il samba carioca, danza tipica del carnevale di Rio de Janeiro.

All’inizio, solo le popolazioni brasiliane di colore delle favelas ballavano e amavano il samba, simbolo della loro condizione miserevole.

Proprio a causa dell’estrema indigenza, i “sambisti” furono spesso destinatari di odiosi pregiudizi da parte delle forze di polizia e dei ceti più abbienti della società.

Fu solo quando Ernesto Dos Santos, detto Donga, scrisse “Pelo telefone“, una lirica che segnò la nascita del “samba canzone” dal ritmo più melodico, che questo ballo conquistò anche l’attenzione e il favore dei detrattori della prima ora: era il 1917.

“Pelo telefone” diventò un enorme successo e, insieme all’avvento della radio, nel 1922, contribuì alla diffusione del samba in tutto il Brasile e nel mondo.
Anche il cinema fece la propria parte nel processo di divulgazione di questa danza.

Due furono i film che più di tutti esportarono il simbolo del folklore brasiliano ovunque: “Flying Down to Rio” (1933) con Dolores del Rio e Fred Astaire, e “That Night in Rio” (1941) con Carmen Miranda, splendida ballerina di samba.

Artisti del calibro di Chico Buarque, Vinicius De Moraes e Caetano Veloso, hanno altresì contribuito ad esportare la cultura carioca ovunque.
Oggi il samba è uno dei balli latino-americani più rinomati in tutto il mondo e continua ad affascinare con le sue vivaci coreografie.

Samba: il ballo latino-americano del Brasile ultima modifica: 2015-11-02T09:00:36+00:00 da gianluca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *