Questioni di stile: differenze tra salsa venezuelana e salsa portoricana

salsa-portoricanaQuando si parla di salsa è difficile riuscire a trovare una definizione precisa, che abbracci tutte le molteplici sfumature di questo linguaggi, soprattutto in riferimento alle numerose tipologie e sottocategorie tipiche di questa disciplina.

Sebbene la salsa cubana continui ad essere considerata dalla maggior parte degli appassionati quella originale, anche le altre forme di salsa hanno acquisito una grande importanza in tutto il mondo. Parliamo soprattutto della salsa venezuelana e portoricana. Ma quali sono le differenze tra tutti questi tipi di salsa?

Nella salsa cubana l’uomo si muove girando in senso orario attorno alla donna, che balla sul posto, lasciandosi corteggiare dal partner. L’aspetto più importante della salsa cubana riguarda il ritmo. I ballerini, infatti, danno il via alla danza sul primo battito musicale, come previsto per la maggior parte delle discipline latinoamericane e caraibiche.

Al contrario, nella salsa portoricana si parte sul secondo battito musicale, introducendo anche numerose variazioni per quanto riguarda la coreografia. Uno degli elementi chiave della variante portoricana, infatti, è che viene ballata “in linea”.

Questo vuol dire che, a differenza della salsa cubana, che prevede la rotazione dell’uomo attorno alla donna, nella salsa portoricana i ballerini si spostano seguendo una direzione piuttosto lineare, con l’uomo che si sposta solo per consentire alla donna di passare dal lato opposto. Le rotazioni sono comunque previste, ma come semplice arricchimento della coreografia, soprattutto per la donna, e non quindi per cambiare direzione.

Un altro aspetto importante della salsa portoricana riguarda la presenza dei cosiddetti “pasitos” o “shines”. In sostanza, non sono altro che assoli che i due ballerini possono decidere di eseguire nel bel mezzo della coreografia, dando vita ad un divertente siparietto in cui sembrano sfidarsi a chi esegue l’assolo migliore.

Al tempo stesso, la salsa portoricana prevede l’introduzione di particolari movimenti delle mani, detti “caricias”, che accarezzano rapidamente la testa del partner.

Passiamo adesso ad un’altra importante tipologia di salsa: la salsa venezuelana. Mentre quella portoricana può assumere delle atmosfere più spensierate ed energiche, questa versione si distingue soprattutto per il carattere più romantico e sensuale, che accomuna un po’ tutte le danze caraibiche. Viene ballata, come per la salsa cubana, sul primo tempo musicale. I ballerini si spostano lungo una direzione circolare, compiendo delle rapide rotazioni in senso orario.

A differenza della salsa portoricana, quella venezuelana può apparire meno acrobatica, principalmente a causa della mancanza di figure caratteristiche. In realtà, come per ogni altro ballo, anche la salsa venezuelana presenta dei passi di base, come la “enchufla”, i rapidi cambi di posto tipici della variante cubana. Non mancano spesso anche i “pasitos”, adottati proprio dalla versione portoricana.

Nella salsa venezuelana le coppie tendono a ruotare spesso a velocità molto elevate, cercando di fare in modo che i corpi siano il più possibile vicini l’uno con l’altro, proprio per non perdere il carattere di sensualità tipico di questa variante.

Questioni di stile: differenze tra salsa venezuelana e salsa portoricana ultima modifica: 2015-09-15T13:34:44+00:00 da gianluca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *