La rumba cubana: Yambú, Columbia, e Guaguancó

Rumba CubanaLa rumba cubana è costituita dall’insieme di musiche e danze che si sono sviluppate a L’Avana e a Maranzana verso la fine del diciannovesimo secolo, dopo la liberalizzazione degli schiavi. È un ballo latino americano molto sensuale e dal ritmo vivace che ancora oggi viene praticato nelle provincie cubane in cui si è diffuso e nelle altre città dell’isola.

Gli abiti che si indossano in questo tipo di ballo sono bianchi oppure rossi e bianchi, mentre la danza consiste in una continua sfida e provocazione a ritmo di tamburi – cajones – che scandiscono il tempo.

La rumba cubana è suddivisa in tre diverse categorie: Yambú, Columbia, e Guaguancó.

Lo Yambú è lo stile più antico e più lento, conosciuto anche con il nome di Rumba dei Vecchi. Può essere ballato da soli – regola valida in particolare per il genere femminile – oppure in coppia.

La Rumba Columbia è caratterizzata da un ritmo piuttosto veloce e da un tempo di 6/8, a cui si aggiunge di frequente il battito di una campana.

Sembra che questo stile abbia origine nei borghi dell’entroterra di Cuba. Nella Rumba Columbia un ballerino solista incita i percussionisti a creare ritmi complessi, in modo tale da poterli tradurre in movimenti acrobatici e molto creativi.

I ballerini – che sono esclusivamente uomini – spesso competono fra di loro per dimostrare chi ha più talento, estro e senso del ritmo. Queste particolari caratteristiche della Rumba Columbia derivano dall’influenza dell’El Juego De Mani, un’arte marziale simile alla Capoeira. Questo tipo di rumba è anche costituito da movimenti che derivano dai balli congolesi, dal flamenco, dalla breakdance e dall’hip hop.

La Rumba Guaguancó è più veloce dello stile Yambú e caratterizzata da ritmi più articolati. Le donne devono sia attrarre l’uomo che tentare di proteggersi da lui, il quale cerca di possedere la donna con il vacunao, movimento pelvico con una forte carica erotica, probabilmente ereditato dalla danza yuca o macuta.

La musica della Rumba Guaguancó si divide in due parti. La prima fase consiste nel canto eseguito da un solita e a volte improvvisato, accompagnato da due ritmi: quello di uno o due tamburi conga e quello di un tamburo suonato con le bacchette che si chiamano palitos.

Questa prima parte dura all’incirca un paio di minuti, fino a quando il solista indica agli altri cantanti di ripetere un ritornello. Da qui inizia la seconda fase, chiamata montuno, in cui inizia la parte danzata che viene accompagnata da lunghi assoli musicali.

La rumba cubana è un ballo meraviglioso, sensuale e travolgente che merita di essere visto – se non praticato – almeno una volta nella vita.

La rumba cubana: Yambú, Columbia, e Guaguancó ultima modifica: 2015-09-03T12:47:33+00:00 da gianluca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *