Il Jive: tecnica, eleganza e velocità

swingIl Jive è una danza latino-americana con ritmo in 4/4, ballata dagli afroamericani negli anni Quaranta. Conosciuto anche con il nome di Jive jazz, questo ballo è una versione più vivace e ritmata del Jitterbug, una forma di ballo swing.

Il Jive ha origine nel 1880 ed era conosciuto con il nome di “Cake Walk”, perché consisteva in una sfida di danza fra ballerini di colore che molto spesso aveva come premio una torta. La sua struttura si divideva in due parti: la prima era una processione di coppie, la seconda consisteva in una danza molto energica, in cui i danzatori indossavano abiti eleganti.

Successivamente, venne ripreso dai ballerini bianchi, i quali lo modificarono e gli diedero una struttura più complessa e articolata.

Dall’America, il Jive si diffuse in Europa, diventando ben presto molto popolare per la sua impronta semi-acrobatica.

All’epoca la orchestre degli Stati Uniti sentivano una forte esigenza di distinguersi le une dalle altre. Il direttore Benny Goodman eseguì alcuni esperimenti alla ricerca di un ritmo inedito: spostò gli accenti del foxtrot del primo e del terzo battito al secondo e al quarto battito, creando così lo Swing.

I ballerini iniziarono a formulare passi e movimenti sulla base di questa nuova musica, realizzando figure che si ispiravano al Lindy hop, la prima versione del Rock ‘n’ Roll.

Qualche anno dopo i soldati americani diffusero lo Swing in Europa, nei paesi coinvolti dalla Seconda Guerra Mondiale: in Francia venne chiamato be-bop, in Italia prese il nome di Boogie Woogie, in Germania diventò Blues Boogie e nel Regno Unito diventò popolare con il nome di Jive.

Il Jive si può definire il “padre” del Rock ‘n’ Roll acrobatico: è costituito da 6 movimenti principali che si susseguono seguendo uno schema ben preciso e da circa 40 figure di base. Ci sono poi vari stili e diverse varianti di jive, più o meno complicati a seconda delle coreografie e delle acrobazie che prevedono.

Per ballare il Jive non serve solo avere molto senso del ritmo e coordinazione, ma è necessario essere dotati di una buona dose di resistenza fisica, forza ed elasticità. Questo ballo è in un incessante susseguirsi di calci in aria, giravolte e movimenti dinamici che devono, però, essere anche fluidi ed eleganti. Una delle particolarità di questa danza è che il movimento delle mani e delle braccia è importante quanto quello dei piedi.

Il Jive viene oggi ballato in diverse parti del mondo ed offre al pubblico uno spettacolo inebriante che fa venire voglia di scendere in pista e scatenarsi.

Il Jive: tecnica, eleganza e velocità ultima modifica: 2015-10-12T08:30:55+00:00 da gianluca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *