Il ballo studentesco di fine anno: un simbolo della cultura contemporanea

Una scena comune a moltissime pellicole cinematografiche, serie tv, pubblicazioni dedicate al mondo dei teenager americani è senza ombra di dubbio quella del tanto famoso ballo scolastico di fine anno. Così atteso dai suoi protagonisti che sperano di essere invitati o di invitare il proprio partner ideale, raccontato da generazioni differenti ma con lo stesso stato d’animo, questo avvenimento fa ormai parte della cultura americana rappresentando ancora oggi una sorta di mito o simbolo per gli studenti di quel contesto.

L’ultimo anno del liceo possiede quindi un valore aggiunto che lo rende nettamente diverso rispetto agli altri step del percorso di formazione. Il ballo di fine anno, al cui termine vengono scelti e incoronati la regina e la reginetta è un momento della vita che resta certamente indimenticabile, impresso nella memoria di coloro che lo vivono.

scuola di ballo

Tutti i momenti che precedono questa serata così importante e spettacolare sono dedicati alla scelta dell’abito, dell’acconciatura, del fiore da regalare alla partner che lo indosserà legandolo al polso. Chiunque abbia visto una scena di questo tipo in qualche film sarà certamente rimasto colpito dall’eleganza degli abiti e dal look degli studenti, elemento che può essere anche piuttosto ricercato.

Il ballo sembra essere atteso e vissuto con grande curiosità e gioia dai ragazzi americani come dimostrano le testimonianze offerte dal grande schermo. I balli vengono allestiti all’interno di palestre dove tutto è appositamente decorato e studiato in funzione di questo evento, compreso l’aspetto legato all’intrattenimento musicale che va dalla presenza di un dj a vere e proprie band che suonano live durante la serata. Quest’ultima trascorre quindi all’insegna del divertimento tra musica, cibo, e danza, sino a quando vengono incoronati il re e la regina della serata.

Vediamo alcune curiosità in merito a questo fenomeno. Il ballo di fine anno scolastico si svolge a maggio e viene chiamato prom dai ragazzi americani. Vi prendono parte gli alunni del penultimo e ultimo anno e si tiene generalmente un sabato sera. Viene organizzato accuratamente dai cosiddetti seniors e juniors con raccolta fondi, decorazioni e persino di un tema che rappresenti un letimotiv della serata.

Uno dei momenti iniziali del ballo è la Grand March, ovvero la sfilata delle varie coppie che vengono presentate. La sera precedente, il venerdì, può tenersi una cena in cui vengono assegnati anche dei premi simbolici per gli alunni che si sono distinti per particolari abilità. Questa serata è la cosiddetta Prom Reception.

Quanto ai fiori, quel braccialetto che notiamo al polso delle ragazze, che viene sfoggiato in occasione della serata è denominato corsage ed è un altro dei simboli del prom. Con gli stessi fiori che compongono questo piccolo bouquet viene realizzata anche la decorazione floreale presente nel taschino della giacca indossata dai ragazzi.

Il nome prom invece sarebbe una contrazione dell’ottocentesco promenade, mentre, se pensate che l’America sia il solo Paese in cui regna questa tradizione giovanile, vi sbagliate!

In Gran Bretagna, ad esempio, esiste qualcosa di molto simile che viene indicato col nome di Leavers’ Ball, mentre in Australia esiste un Leavers Do, che sarebbe a sua volta espressione informale per Leavers Dinner, ovvero “cena dei maturandi”.

Il ballo studentesco di fine anno: un simbolo della cultura contemporanea ultima modifica: 2015-08-22T10:20:46+00:00 da gianluca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *