Il Footwork Nella Breakdance

Footwork di breakdance
Esibizione di un breaker

Il footwork, o più semplicemente “lavoro di piedi”, racchiude tutti quei passi che si eseguono per la maggiore a terra.

È opportuno spiegare cosa si intende per esecuzione di passi a terra, considerando che nell’immaginario collettivo la breakdance è quella danza dove i ballerini praticano di continuo dei movimenti a terra.

In realtà, le posizioni che si sfruttano nel footwork sono prevalentemente due: la prima posizione è quella che culturalmente proviene dal folklore russo e cioè l’equilibrio, o “balance”, a gambe flesse con i talloni al di sotto dei glutei.
La seconda posizione ha origine per ispirazione dal mondo animale dei quadrupedi (riflettete ora sulla vasta gamma di influenze che nel corso degli anni ha caratterizzato la breakdance): simile alla figura del planche (piegamento) ma con le ginocchia piegate e le gambe divaricate (“dog position”).

Attributo essenziale del footwork è la cura di dettagli che decorano la sequenza dei movimenti sul dancefloor (“pavimento sul quale si balla”).
Tali dettagli sono la dinamica, la velocità, la tecnica e la pulizia di determinate foundation (vedi l’articolo “Il mondo delle foundation”).
Il footwork, in effetti, è la porzione di ballato che rafforza dal punto di vista dinamico ed estetico la sequenza di un ballerino di breakdance. Il footwork, inoltre è anche considerato, insieme al toprock (la categoria dei passi in piedi), la parte fondamentale dello stile di un breaker o bboy.
Per stile si vuole indicare la capacità di un ballerino di breaking di approcciarsi alla musica attraverso movimenti caratteristici del breaking stesso, grazie ad un attitude, o atteggiamento.
Se si catalogassero tutti i passi del footwork ci si renderebbe conto di quanto numerosi e probabilmente infiniti essi siano, perché sono soggetti di continuo a molteplici varianti ed influenze, nonché personali rifiniture.
Il noto e storico ballerino statunitense di breakdance, Alian Ness, alla domanda “cos’è per te il footwork” rispose: “No body rolls, no headspins, no powermoves, it’s called footwork for a reason: move your feet”, “Non ci sono rotazioni con il corpo, né giri in testa, né acrobazie particolari, si chiama footwork per una ragione: muovi i tuoi piedi”.

Il Footwork Nella Breakdance ultima modifica: 2016-03-17T17:05:51+00:00 da gianluca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *