Tutto quello che c’è da sapere sui balli caraibici

Salsa, merengue, bachata. Al solo sentirli nominare iniziate anche voi a muovervi a ritmo e a sentirvi più allegri e vivaci?

ballare salsa

È il merito dei balli caraibici, che tutti conosciamo e amiamo per la loro spensieratezza. Ma sappiamo esattamente cosa sono, da dove arrivano e qual è la differenza tra le danze caraibiche e i balli latino-americano che spesso tendiamo a confondere? Facciamo un po’ di chiarezza.

Tra le danze latino-americane comprendiamo la Rumba, il Cha cha cha, il Samba, il Paso doble e il Jive, tutte aventi uno stile molto elegante e differente dai balli originali.

Le danza caraibiche sono invece la salsa portoricana, la salsa cubana, il merengue e la bachata: molto più naturali, meno eleganti e molto più vicine all’originale. Questi balli sono nati oltre duecento anni fa nei paesi delle coste centroamericane con influssi delle danze tribali africane.

La salsa – nata per comunicare gioia, divertimento, emozioni positive e sensualità – trova le sue origine a Cuba agli inizi del ‘900 come evoluzione del Son (una rumba elegante, lenta e sincopata) con influenze anche del merengue, guaracha, conga, cumbia, mambo e vari altri ritmi (il termine si riferisce infatti ad una mescolanza di generi).

È una danza relativamente semplice per quel che riguarda l’aspetto scenografico. Nel tempo si è distinta in salsa cubana e salsa portoricana grazie all’evoluzione verificatasi con l’esportazione del ballo da Cuba a New York da parte di emigranti cubani.

Il merengue fu inventato nella Repubblica Dominicana da parte degli schiavi africani costretti a lavorare nelle piantagioni di canna da zucchero: nonostante la limitazione dei movimenti imposta dalla catene crearono una danza allegra e divertente per rendere più sopportabile la loro condizione.

danza (7)

Il passo base, che consiste nel trasferimento da un piede all’altro, probabilmente deriva proprio dalle difficoltà di movimento alla quale erano sottoposti. Anche il merengue ha avuto un’evoluzione di passi e coreografie.

La bachata nacque nella Repubblica Dominicana agli inizi del ventesimo secolo ad opera delle classi meno abbienti per spezzare la monotonia della vita di ogni giorno nei sobborghi della città.

Era un ballo estremamente sensuale tanto da essere considerato osceno a causa del continuo contatto tra il corpo dei due ballerini, poche figure e dondolamenti. Si trattava però di una danza amorosa anche estremamente malinconica e sofferente, dolce ed amara allo stesso tempo nota come “musica de amargue” ovvero musica dell’amarezza.

A differenza della salsa e del merengue la bachata risente poco degli influssi della musica africana ed ha origini simili a quelle del tango tanto da aver recentemente dato origine ad un genere chiamato “bachatango”.

Tutto quello che c’è da sapere sui balli caraibici ultima modifica: 2015-08-24T15:55:27+00:00 da gianluca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *